Windows 10 Cloud: OS as a Service?

Da qualche giorno è spuntata fuori la notizia che Microsoft stia preparando una nuova SKU di Windows 10, denominata Windows 10 Cloud. La cosa è avvalorata da alcune chiavi presenti all’interno delle utile build Insider.

Sarà una versione disponibile solo via cloud? Sarà rivendibile solo dai CSP? Funzionerà solo se collegati ad Internet? Ovviamente non è ancora chiaro cosa sia, se sarà rilasciata sul serio e quali siano le idee di Microsoft dietro a questo prodotto ma possiamo provare a fare un’analisi in merito.

Windows 10 Cloud o Windows RT 2.0?

Tra le notizie trapelate ci sarebbe quella che il sistema operativo non sarebbe in grado di eseguire applicazioni di tipo x86 ma solo quelle legate al mondo Universal Windows Platform. Questa scelta riporta tutti al passato, quando Microsoft rilasciò Windows RT, una versione castrata di Windows 8 che non era in grado di eseguire applicazioni x86 ma solo Modern. Il prodotto su un flop incredibile, ma non per i device (ricordiamo il Surface 2 RT come un bel prodotto) quanto per la mancanza assoluta di applicazioni (quelle che servono realmente alle persone) all’interno dello store.

Erano sicuramente altri tempi, Microsoft era entrata da poco nel mondo delle app ed il binomio Windows/App non aveva ancora preso piede…..soprattutto in un “computer”.

Oltre a Windows RT, qualcuno si ricorderà Windows 8.1 with Bing, una versione più economica di Windows che “abusava” molto della presenza di Bing per andare a ridurre i costi del sistema operativo. Il prodotto era ovviamente rivolto al mercato OEM e non ha riscosso un grande successo.

Alla luce di questi due flop, perchè Windows 10 Cloud dovrebbe andare meglio? Sicuramente perchè il Windows Store è molto più ampio del passato, dato che le UWP sono una piattaforma unificata per tutte le soluzioni che utilizzano il core Windows 10 (Desktop, Mobile, Xbox, HoloLens, etc). Un altro aspetto interessante è dato da Project Centennial.

Desktop App Converter

Il DAC, una volta conosciuto come Project Centennial, è un sistema che consente di convertire le applicazioni desktop Win32 o .NET 4.6.1 in applicazioni di tipo Universal, in modo automatizzato e facile. Questo è un grande boost per lo store Microsoft, perchè il lavoro degli sviluppatori diventa molto più leggero (rispetto a riscrivere un’intera applicazione da zero).

Per informazione, Desktop App Converter è gratuito ed è disponibile all’interno dello store di Windows 10 (dalla build 1607 in avanti).

Office RT vs Office UWP

La punta di diamante di Windows RT era Office 2013 RT, una versione completa della suite convertita per quel sistema operativo. Questo software rendeva ancora più appetibile un prodotto come il Surface RT, anche se poi tutto si dissolveva appena venivano fuori le carenze. Windows 10 Cloud si dovrebbe appoggiare alla versione UWP di Office, che però è molto più limitata e carente della versione desktop. E’ un limite tutto ciò? Potrebbe anche non esserlo, perchè non sappiamo se Microsoft sta pianificando una conversione totale della versione desktop di Office in modalità Universal.

Obiettivo Chromebook ed iPad

Chiaramente una versione priva di una parte di kernel, rende il sistema operativo più snello sia in termini di velocità, di peso (espresso in GB) ma anche di prezzo. Il target di questo sistema operativo sarebbe quello occupato da Google con il suo Chromebook, un portatile che viene venuto ad un costo ridotto ma che ovviamente può eseguire solo una serie di applicazioni. Un altro target è quello occupato da Apple, la cui presenza massiccia in certi ambienti (con gli iPad) è data prettamente dal fatto che le app sono scritte prima per iOS.

Windows 10 Cloud andrebbe ad alzare l’asticella delle funzionalità offerte da questi device, proprio perchè oltre alle applicazioni classiche UWP, si potrebbero trovare anche Win32 convertite tramite il DAC.

Utilizzatori

Per chi sarebbe adatto un sistema operativo del genere? Potenzialmente ci sono due fasce interessate a questa soluzione:

  • Utenti domestici alle prime armi o senza grandi richieste
  • Aziende che vogliono device con funzionalità basilari (magari da unire al mondo VDI o RemoteApp)
  • Mondo Educational

Il mondo Educational è composto da strutture che sono sempre alla ricerca di ridurre i costi, mantenendo però una certa uniformità di piattaforma, anche in termini di gestione centralizzata; inoltre non è un caso che qualche giorno fa è stato rilasciato Microsoft Intune for Educational.

ARM

Ormai non è più un segreto che Microsoft stia lavorando per portare in emulazione le applicazioni x86 all’interno di ambienti basati su ARM e questo potrebbe dare anche più valore a quanto appena analizzato.

Appuntamento a Build 2017

Per scoprire cosa ne sarà realmente di Windows 10 Cloud, bisognerà attendere la prossima edizione di Build che sarà dal 10 al 12 maggio a Seattle, dove sarà anche presentato il nuovo aggiornamento per Windows chiamato Creators Update.