Edge passa a Chromium: cosa significa per gli utenti?

A fine 2018, il team di Microsoft ha fatto un annuncio un po’ strano per molti utenti. Microsoft Edge, il browser presente dai tempi di Windows 8, sarà basato sul motore di Chromium. La scelta deriva dal fatto che Chrome è il browser più utilizzato, aiutato dai tanti problemi di compatibilità che all’epoca c’erano con Internet Explorer, e che non ha senso investire tempo e risorse su un motore che a volte non è compatibile con i vecchi siti web.

Inoltre, Microsoft ha deciso di eliminare le aree tecniche che non portano un risultato e che potrebbero essere sostituite con progetti Open-Source. Non a caso, Edge userà Chromium e non verrà creato un fork del progetto; questo significa che ogni volta che ci sarà un aggiornamento del motore, anche Edge ne beneficerà. Ma cosa significa alla fine, per gli utenti finali:

  • Edge sarà disponibile sui server, client e mobile
  • Edge sarà disponibile su Windows 10 e macOS (con un occhio anche sul mondo Linux)
  • Edge sarà aggiornato molto più frequentemente direttamente dallo Store

Non ancora confermato ufficialmente ma molto probabilmente vedremo anche il supporto alle estensioni presenti in Chrome, cosa che darà infinite possibilità a Edge. Cosa ne sarà di Internet Explorer? Ad oggi non ci sono piani per eliminare lo storico browser

Quando sarà pronto il nuovo browser? La prossima release in cantiere (19H1) dovrebbe già contenere qualcosa anche se non è chiaro se Windows 10 1903, previsto per aprile, avrà il nuovo motore.

One thought on “Edge passa a Chromium: cosa significa per gli utenti?

Comments are closed.